Ecwid è ufficialmente Lightspeed! Tutto rimane come prima, ma meglio di prima. Ulteriori informazioni

Cos’è l’e-commerce?

35 min di lettura

Avere una presenza online è un must nel 2022. Le persone comunicano, studiano, lavorano e, naturalmente, fanno acquisti online — e lo fanno tanto. Si prevede che oltre 2,14 miliardi di clienti in tutto il mondo acquisteranno prodotti e servizi online nel 2022. È molto più facile trovare clienti e costruire la fiducia nel tuo business se sei presente su internet.

È qui che l’e-commerce può aiutarti. Ma in cosa consiste?

L’e-commerce — cioè il commercio elettronico — comprende tutti i siti e i servizi in cui il pagamento avviene online: in primo luogo, i negozi online che accettano pagamenti elettronici.

A seconda dei tuoi obiettivi, potrebbe avere senso iniziare un’attività di e-commerce. Dopotutto, senza la necessità di una sede fisica, le attività di e-commerce offrono maggiore flessibilità, accessibilità e opportunità per molti imprenditori. Quindi: come si avvia esattamente un business online? Questa guida è qui per aiutarti.

Leggi anche: Aprire un’attività online nel 2022: come fare?

Benefici che si ottengono grazie all’ecommerce

Parleremo dell’importanza e dei benefici dell’ecommerce dal nostro punto di vista, come imprenditori, cominciando dalla possibilità di ottenere un maggiore accesso ai clienti e dei vantaggi che ottiene l’acquirente acquistando online.

Ampio accesso ai clienti

Al fine di ottenere un maggiore accesso ai clienti, la vendita diretta (detta direct-to-consumer) dovrebbe essere presa in considerazione.

La vendita diretta al consumatore è un modello di business basato sulla vendita di prodotti direttamente ai consumatori attraverso una piattaforma di e-commerce. Tante nuove attività di diversa natura, grandi e piccole hanno dimostrato quanto questo possa essere efficace.

Abbandonando il modo tradizionale di vendere ai grossisti, Direct To Consumer (DTC) permette alle aziende di massimizzare i loro profitti: per esempio, se la tua azienda vende prodotti attraverso grossisti e dettaglianti, devi offrirli ad un prezzo abbastanza basso perché loro considerano di rivenderli.

Prendiamo come esempio un’azienda tutta Italiana — Granarolo, che produce prodotti agroalimentari, che fino al 2020 si appoggiava solamente ai rivenditori per distribuire la grande varietà dei suoi prodotti vendendoli ovviamente a un prezzo tanto inferiore rispetto al prezzo che paga l’acquirente finale. Arriva il momento, appunto nel 2020, che Granarolo si crea un ecommerce per vendere alcuni suoi prodotti online direttamente al cliente finale, limitandosi per adesso di consegnare a Bologna, Modena e a Milano. In questo modo riesce ad aumentare notevolmente i profitti perché ha eliminato l’intermediario tra se stesso (l’azienda e i rivenditori) e il consumatore finale.

Questo non succede con la vendita diretta, che finisce per abbassare i costi. Con sempre più crescente possibilità di avere un’e-commerce che contiene strumenti necessari non solo per vendere online accettando i pagamenti e offrendo le modalità di spedizione e rispondere a ogni esigenza del cliente, ma grazie agli utilissimi strumenti di marketing, diverse aziende sono state in grado di allontanarsi dal modo di gestione dell’attività tradizionale (produrre — vendere ai distributori — far ricevere il prodotto da parte dei clienti finali) e di concentrarsi invece sull’espansione della loro base di clienti, perché oggigiorno sempre più aziende vendono direttamente al cliente, senza intermediari.

Esperienza di acquisto facile

Lo shopping online ha innegabili vantaggi che molti hanno imparato ad apprezzare anche durante il periodo di forzato isolamento.

  • Risparmio di tempo
  • Molte persone, durante il tempo trascorso in casa, dovuto soprattutto alla situazione epidemiologica nel mondo, hanno cambiato le loro abitudini di shopping e si sono rese conto che lo shopping online consente di aumentare il loro tempo libero. Non c’è bisogno di vestirsi, uscire di casa, passare ore nei negozi e aspettare in fila. Tutto ciò di cui hai bisogno per fare acquisti online è una connessione internet, un computer o uno smartphone. Lo shopping online può essere svolto quando e dove si vuole: in pigiama nel letto, nel traffico mentre si va al lavoro o stando in vacanza. Al momento dell’ordine, si può sempre scegliere la consegna tramite corriere, che porterà la merce direttamente a casa tua o in qualsiasi altro luogo in cui ti trovi.

  • Meno spese
  • Quante volte siamo andati a fare shopping e siamo tornati a casa con un sacco di roba che non ci serve? Sicuramente molte persone si sono trovate nella stessa situazione. Ma quando facciamo acquisti online, cercando esplicitamente un certo prodotto, abbiamo più controllo sui nostri acquisti. Possiamo scegliere i prodotti con attenzione, usare i filtri dei negozi online per restringere la nostra ricerca esattamente a ciò di cui abbiamo bisogno, e fare più attenzione alle nostre spese.

  • Tutte le informazioni a portata di mano
  • Molti negozi online propongono offerte esclusive che i negozi tradizionali non hanno. È possibile ottenere tutte le informazioni su un prodotto, leggere le recensioni di altri clienti, confrontare prodotti simili, e poi decidere se fare un acquisto o meno. Queste comodità non si possono certo paragonare a quando acquistiamo nei negozi fisici.

  • Сonvenienza
  • Tra le molte ragioni per comprare servizi e beni online, la più importante è la possibilità di fare acquisti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Secondo i numerosi sondaggi, questo è uno dei principali motivi che spinge sempre un maggior numero di clienti a comprare online.

    Molti acquirenti online sono frenati dal problema di scegliere la taglia giusta da come dover restituire un prodotto sbagliato. Ma nella maggior parte dei casi, quando compri per esempio abbigliamento online, quando il tuo ordine arriva, puoi controllare e testare il tuo acquisto entro 15 minuti grazie all’opzione di prova disponibile in alcuni dei negozi online. Puoi anche rifiutare parte del tuo ordine e pagare solo quello che ti va bene. In taluni casi, anche per quanto riguarda diverse tipologie di acquisto, sei sempre protetto dal diritto del reso, che puoi esercitare entro 14 giorni dalla ricezione della merce. Dovrai considerare quindi, quando aprirai il tuo negozio online, che i tuoi clienti hanno sempre il diritto di restituire i prodotti che gli hai venduto entro 2 settimane da quando hanno acquistato da te.

    Ti può interessare: 30 modi per Fare la Tua Prima Vendita Online

    Recensioni di prodotti e raccolta di dati

I dati sulle recensioni dei prodotti, come suggerisce il nome, consistono principalmente in recensioni di prodotti che vengono acquistati. È importante avere a disposizione una raccolta di valutazioni, perché grazie a questi dati possiamo monitorare il modo in cui le persone usano e interagiscono con i prodotti nella loro vita quotidiana.

Questo ci permette di analizzare le statistiche sui prodotti, scoprire gli articoli più venduti e quelli meno venduti, e in base a questi dati adattare le misure per regolare la domanda e l’offerta.

diagramma con le statistiche dell'influenza delle recensioni su vari settori del commercio, vendere online, vendere con Ecwid di Lightspeed

Influenza delle recensioni online sull’acquisto di prodotti e servizi

Non sempre i clienti di loro spontanea volontà vanno a recensire i prodotti, soprattutto se sono soddisfatti dell’acquisto. Per questo, sempre più aziende inviano richieste di feedback ai loro clienti, a volte offrendo un codice sconto per i prossimi acquisti o qualcosa di simile per invogliare il cliente a lasciare un feedback.

Le aziende usano i dati delle recensioni dei prodotti per fare molte cose:

  • condurre analisi di mercato,
  • fare analisi dei concorrenti,
  • scoprire modi per migliorare i prodotti e il servizio,
  • prendere idee per sviluppo dei nuovi prodotti.

Le recensioni dei prodotti sono quindi particolarmente importanti per i team di marketing, poiché la presenza di recensioni online può aumentare la conversione in modo serio: ci fidiamo di più vedendo che prima di noi il prodotto è stato acquistato già da molte persone che sono rimaste soddisfatte.

Facile da scalare

Lo sviluppo del business è la base del successo imprenditoriale. Se un’impresa rimane ferma per molto tempo, le imprese concorrenti si accaparrano rapidamente i clienti. Scalare un business aiuta a evitare questo problema.

A che punto un titolare di un’attività deve pensare a scalare il proprio business? Quando l’afflusso di clienti aumenta e le entrate crescono: se i margini di profitto aumentano costantemente del 5% o più ogni settimana, è un segno sicuro che è il momento di espandersi.

Scalare un business online può riuscirci un piccolo imprenditore, adottando un approccio strategico alla crescita del business che permetterà di essere sempre pronto ad affrontare il futuro:

  • Aumentare i prezzi: Il modo più semplice e passivo per scalare il business è quello di far pagare di più quello che vendi. In questo modo si guadagna di più senza dover dedicare del tempo extra al marketing. Molte persone si preoccupano che aumentando i loro prezzi, le loro vendite online potrebbero scendere. Abbiamo scoperto che mentre l’imprenditore potrebbe ottenere qualche vendita in meno, ciò verrebbe compensato con un aumento del fatturato.
  • Cercare l’esposizione mediatica per evidenziare la tua competenza: far conoscere se stessi e il proprio brand è fondamentale se si vuole scalare. Ci sono molte opportunità di ottenere un’esposizione mediatica anche gratuita se sei disposto a impegnarci un po’ di tempo.
  • Imposta le email automatiche: per promuovere e convertire 24/7 ogni tipo di business può utilizzare l’automazione delle email. I ristoranti possono creare una lista che invia automaticamente i coupon digitali per offerte speciali e sconti nei giorni notoriamente lenti per l’attività. I negozi di e-commerce possono creare liste segmentate e inviare offerte speciali ai clienti in base alle loro abitudini di acquisto precedenti.
  • Mantenere un branding costante sui social media e una promozione incrociata: lo sai bene che i social media sono uno strumento di branding molto potente, perché lo stai notando ogni volta che lo usi, sia per promuovere il tuo business che osservare i risultati di marketing delle altre aziende. Bisogna pensare al quadro generale quando stabilisci account di quali social sono più adatti per la tua attività. È importante essere presenti su tutte le piattaforme social e usare lo stesso nome su ogni piattaforma per consentire facilmente i tuoi clienti connettersi con te su tutti i canali in cui sono attivi.
  • Stabilire quali prodotti si vendono meglio: il principio di Pareto afferma che l’80% dell’output è generato dal 20% dell’input. Questo è sicuramente vero quando si tratta di business, e può significare che per far crescere il tuo business, potresti dover fare dei tagli. Supponiamo che tu abbia 8 prodotti che vendi attraverso il tuo negozio online. Un paio di questi possono essere delle vere e proprie star, che portano la maggior parte delle tue entrate. Ma ad un certo punto, dovrai dare un’occhiata ai restanti sei articoli e sbarazzarti di quelli meno performanti. Facendo questo, libererai risorse in modo da poter concentrare maggiormente i tuoi sforzi di marketing sui due prodotti superstar, o ancora meglio sviluppare prodotti sostitutivi potenzialmente ad alta resa che si spera abbiano prestazioni migliori.

Continua a concentrarti su ciò che funziona e a scartare ciò che non funziona — ricorda, questo ciclo non finisce mai ed è una mentalità che dovrai riapplicare più e più volte.

Il valore dell’e-commerce in Italia

L’e-commerce in Italia si sta sviluppando rapidamente e ha registrato una crescita annuale di 26 miliardi nel 2021. Anche se l’economia digitale italiana è in ritardo rispetto ad altri grandi paesi europei, l’e-commerce è destinato a continuare la sua tendenza al rialzo nei prossimi anni, con transazioni Business-to-Consumer (B2C), Business-to-Business (B2B) e Consumer-to-Consumer (C2C) che registrano tutti una solida crescita.

Con un aumento del 17%, il mercato italiano dell’ecommerce ha contribuito al tasso di crescita mondiale del 29% nel 2021. I ricavi dell’ecommerce continuano ad aumentare. Nuovi mercati stanno emergendo e anche quelli esistenti hanno il potenziale per un ulteriore sviluppo.

Parlando del cliente medio osserviamo che In Italia la maggior parte delle ricerche online è effettuata da uomini: il numero di consumatori maschi è pari al 61,7%, mentre quello delle donne si attesta al 38,3%. Relativamente alle fasce d’età, invece, i consumatori tra i 35 e i 44 anni sono quelli predominanti e rappresentano il 26,8% del totale, seguiti dai 25-34enni (23,4%) e dai 45-54enni (21,5%). Per quanto riguarda le abitudini dei consumatori online in Italia, possiamo osservare che:

  • l’85% degli acquirenti digitali italiani effettua, in media, almeno un acquisto online al mese,
  • Il 68% è più propenso ad acquistare un prodotto se è disponibile la consegna presso un punto di ritiro,
  • Una volta effettuato l’ordine online, la maggior parte (78%) degli acquirenti sceglie la consegna dell’acquisto direttamente a domicilio, il 16% opta per il ritiro presso il punto vendita,
  • Il 56% dei consumatori dichiara di voler acquistare di più dai piccoli commercianti e non dai giganti del web per punti di forza come la loro storia e il personale.

Le motivazioni che spingono un consumatore a scegliere di acquistare online sono essenzialmente tre:

  • prezzi più convenienti (per il 63% degli intervistati),
  • ampiezza della scelta (37%),
  • possibilità di fare delle comparazioni tra prezzi e prodotti (34%).
  • Osservando le categorie più popolari, gli utenti italiani dell’e-commerce preferiscono acquistare online:

    • prodotti e servizi legati alle attività del tempo libero e al turismo;
    • abbigliamento;
    • cosmetici e la cura della persona.

    E-commerce e pandemia. Nuove abitudini dei consumatori.

    Dall’inizio della pandemia le vendite online non sono più un’opzione, ma sono diventate una necessità per i negozi fisici. Dal lato dei consumatori, la crisi del COVID-19 ha causato uno spostamento strutturale della domanda verso il commercio digitale che sicuramente continuerà negli anni a venire.

    diagramma che parte dal 2019 fino al 2025 e le percentuali di aumento dei numeri di vendite anno dopo anno

    Aumento durante gli anni del numero delle vendite nell’ecommerce nel mondo

    Il mercato globale dell’e-commerce ha aggiunto i 4,92 trilioni di dollari di vendite online per il fine del 2021, rappresentando una crescita del 17% su base annua. Questa crescita è, tuttavia, in calo rispetto allo stellare aumento del 26% sperimentato dal mercato nel 2020. Una crescita sostenuta a doppia cifra è prevista per i prossimi tre anni, rappresentando un’enorme opportunità per le aziende che non hanno ancora fornito ai loro clienti un canale di vendita online.

    La pandemia ha anche avuto un impatto significativo sulla crescita di alcune categorie di prodotti: poiché sempre più lavoratori si sono spostati verso il lavoro a distanza, il bisogno di computer e attrezzature per l’ufficio adeguate ha fatto aumentare le vendite online — i prodotti basati sull’hardware, per esempio, come i computer portatili, i televisori, i telefoni e le console per videogiochi hanno visto un aumento del 134% del volume degli ordini dall’inizio della pandemia.

    Allo stesso modo, i consumatori legati alla casa hanno cercato di aggiornare i loro sistemi di intrattenimento domestico, facendo aumentare le vendite di televisori, console di gioco e altri prodotti simili.

    Cambiamento nel comportamento d’acquisto: passaggio all’acquisto basato sul valore

    Il valore è un indicatore relativo. I consumatori confrontano le offerte dei concorrenti e scelgono quella che soddisfa un bisogno nel modo migliore e al miglior prezzo.

    I benefici di un acquisto per il cliente includono: caratteristiche del prodotto — qualità percepita del prodotto, numero di caratteristiche, affidabilità, ipotizzabile durata nel tempo, aspetto; termini di garanzia, qualità del servizio, termini di consegna, immagine dell’azienda.

    Quindi, maggiori sono i benefici e minori sono i costi, maggiore è il valore percepito del prodotto per il cliente.

    Con questo vogliamo dire che non è piu solamente il prezzo che influisce sulla decisione del consumatore se acquistare o meno un certo prodotto, ma la combinazione dei fattori descritti sopra, i quali compongono un potenziale acquisto basato sul valore.

    Maggiore consapevolezza della salute

    Il sondaggio del gruppo Stada, che è una multinazionale farmaceutica ha mostrato che gli italiani hanno una forte propensione all’uso della tecnologia digitale nel settore sanitario.

    Il 79% degli italiani è favorevole alla consultazione medica a distanza, utilizzando webcam o altri canali di comunicazione via Internet: questa percentuale è superiore alla media europea del 70%.

    A partire dall’inizio della pandemia, per esempio, in Italia gli acquisti sulle piattaforme di farmacie online sono aumentati di circa il 48%. In altre parole, i clienti che sono stati costretti a ordinare online per la prima volta a causa delle chiusure imposte dal governo, hanno continuato a farlo anche dopo che le restrizioni si sono attenuate. Ora, lo shopping online per la salute e il benessere si è consolidato. Acquistare nelle farmacie online è decisamente ormai parte del new normal.

    Il futuro dell’e-commerce globale dopo la pandemia

    Guardando al futuro, i cambiamenti che sono stati introdotti o accelerati dalla pandemia, sembrano destinati a rivelarsi permanenti. È improbabile che i consumatori che sono stati introdotti alla comodità dello shopping online tornino completamente ai vecchi comportamenti di acquisto, anche se già stiamo osservando il ritorno di una buona parte di acquirenti nelle strade principali quando i negozi riaprono dopo tanti mesi, a volte anche anni.

    Canali di vendita efficaci in Italia. Come gestire un e-commerce di successo

    È bene avere diversi canali di vendita, di seguito vi diamo indicazioni su come usarli in modo efficace:

    1. Vendere dal proprio sito dell’ecommerce

    Avere un sito ecommerce intuitivo e facile da usare ti farà guadagnare. Lo scopo principale di un negozio online è quello di rendere il viaggio del cliente dal catalogo dei prodotti ai moduli di checkout semplice e intuitivo.

    Schermata iniziale del pannello di controllo del negozio in Ecwid di Lightspeed, come vendere online, creare negozio online, voglio vendere online

    Un esempio del sito di abbigliamento realizzato con Ecwid di Lightspeed

    Alcuni vantaggi che si ottengono vendendo dal proprio sito ecommerce:

    • Potenziale guadagno in modalità 24/7
    • Processo di acquisto più rapido
    • Nessuna restrizione geografica
    • Possibilità di fare a meno di personale aggiuntivo
    • Vendita di beni digitali
    • Promozione del negozio e acquisizione di clienti online

    Scheda prodotto del negozio priamogioielli che vende gioielli

    Scheda prodotto del negozio priamogioielli che vende gioielli

    In combinazione con i social vendere dal proprio sito dell’ecommerce porta davvero buoni risultati.

    2. Vendere sui social

    Ogni giorno in media ci sono 2 milioni di nuovi utenti in tutto il mondo che creano i loro profili sui social media, il che ha un impatto sull’e-commerce perché i consumatori sono ora più propensi ad acquistare attraverso i social media. In particolare, un numero crescente di brand e marketplace hanno sincronizzato le loro piattaforme di e-commerce con i social media in modo che i consumatori possano collegarsi facilmente ai loro e-shop.

    come vendere su instagram, vendere su Instagram con ecwid di lightspeed, pannello di controllo di ecwid di lightspeed

    Sezione del pannello di controllo di Ecwid dove collegare il profilo Instagram del proprio negozio

    In Italia ci sono circa 41 milioni di persone che utilizzano i social media, ovvero il 68% della popolazione totale. Infatti, il 60% delle aziende italiane, (+ 7% dal 2020), ha aumentato i propri investimenti nei social media, soprattutto in Facebook e Instagram, che nel 2021 si sono classificati come le piattaforme di social media più efficaci.

    Cosi si presenta un profilo Instagram aziendale dopo aver abilitato Instagram Shopping

    Cosi si presenta un profilo Instagram aziendale dopo aver abilitato Instagram Shopping

    Leggi anche: Come Vendere su Instagram nel 2022: Guida Completa per Principianti

    3. I marketplace

    La metà delle aziende italiane è presente sui marketplace, anche se il loro sito web proprietario rimane il canale preferito per vendere online.

    Circa il 50% del fatturato proviene dai siti web proprietari, il 23% dai marketplace, un ulteriore 8% dai social media e il resto da altri canali.
    Considerando le varie presenze, i marketplace più utilizzati sono:

    • Amazon (38%),
    • eBay (19%),
    • Facebook Marketplace (12%),
    • Alibaba (4%),
    • ePRICE (4%),
    • Zalando(4%),
    • Tmall (4%).

    Per sfruttare a pieno le potenzialità dei due principali marketplace Amazon e eBay, Ecwid di Lightspeed propone un’estensione studiata ad hoc, che permette di estendere le funzionalità del proprio e-commerce alle piattaforme di questi marketplace, ottenendo una sincronizzazione ottimizzata.

    Perché vendere su Amazon

    Traffico enorme — milioni di persone vanno prima su Amazon quando vogliono comprare qualcosa. Si possono vendere prodotti senza un vero e proprio marketing in molti casi.

    Il marketplace attira l’attenzione degli imprenditori con molti vantaggi, vale a dire:

    • un pubblico enorme: 28 milioni di persone visitano Amazon ogni giorno, facendo circa 14 milioni di ordini;
    • la maggior parte degli acquirenti del marketplace vive nei paesi occidentali sviluppati e ha un reddito elevato,
    • Amazon può occuparsi di tutta la logistica, dalla ricezione della merce dal fornitore alla consegna all’acquirente.

    Vendere su Amazon con Ecwid di Lightspeed offre una varietà di vantaggi unici:

    • Inventario sincronizzato: Vendi un prodotto su un canale e quello verrà automaticamente rimosso dal tuo inventario sugli altri canali,
    • Personalizzazione: Vuoi cambiare i tuoi prezzi in un negozio ma non negli altri? Adatta i prezzi per negozi specifici per rimanere competitivo.
    • Inserzioni automatizzate: Le immagini e le informazioni dei prodotti possono essere caricate automaticamente dalle tue pagine di prodotto Ecwid esistenti. Caricane una e il gioco è fatto.

    vendere su amazon con ecwid di lightspeed, come vendere su amazon, integrazione codisto di ecwid

    Per vendere su Amazon con Ecwid bisogna collegare un’apposita app — Codisto

    Per vendere su Amazon con Ecwid di Lightspeed dovrai rispettare i seguenti criteri:

    • come valuta del negozio è impostato il dollaro USA,
    • Il paese del tuo negozio Ecwid è impostato su USA. Se hai sede in un altro paese, puoi usare un’app di terze parti a pagamento per l’integrazione con Amazon,
    • hai l’account Amazon di venditore Professionale.

    Perché vendere su eBay

    eBay è Il marketplace online efficace e consolidato con più di 150 milioni di utenti.I merchant di Ecwid hanno un modo semplice per mettere i prodotti di fronte a un pubblico potenziale di 150 milioni di acquirenti attraverso l’integrazione con eBay. L’integrazione con eBay è disponibile per i merchant di Ecwid di tutto il mondo, inclusa Italia.

    Per vendere prodotti su eBay, connetti il tuo negozio a eBay utilizzando l’app Codisto dall’appmarket di Ecwid — puoi accedervi nell’admin Ecwid, Altri canali → eBay. Installa l’app, scegli quali prodotti caricare su eBay e segui le istruzioni di Codisto su come impostare le tue inserzioni.

    Alcune caratteristiche di Codisto:

    • sincronizzazione automatica dell’inventario dei prodotti e degli ordini;
    • facile impostazione dei metodi di spedizione, pagamento e politiche dei resi direttamente dal tuo pannello di controllo di Ecwid (non c’è bisogno di visitare la dashboard di eBay);
    • possibilità di impostare un livello di scorta e un prezzo separati per i prodotti esportati su eBay;

    vendere su ebay con ecwid di lightspeed, come vendere su ebay, integrazione codisto di ecwid

    Anche per vendere su eBay con Ecwid c’è bisogno dell’app Codisto

    Alcuni vantaggi di vendere su eBay con Ecwid di Lightspeed

    • Puoi accrescere la tua clientela: fai crescere il tuo brand oltre eBay con il tuo negozio Ecwid indipendente;
    • Vendi di più, sforzati meno: sincronizza rapidamente e vendi il tuo catalogo di prodotti Ecwid esistente su eBay.

    Queste sono informazioni principali per quanto riguarda la vendita su Amazon e eBay con Ecwid di Lightspeed.

    Se vuoi provare a vendere su Amazon e eBay, ecco l’app Codisto.

    Passiamo ora al tema dell’ottimizzazione del tuo negozio ecommerce.

    Fornisci un’esperienza mobile unica

    L’ottimizzazione del proprio negozio di e-commerce per i dispositivi mobili dovrebbe essere una priorità assoluta per tutte le aziende di e-commerce.

    Negli ultimi anni, gli ordini effettuati attraverso un dispositivo mobile sono cresciuti costantemente, superando cosi la quantità di ordini effettuati da desktop — e ci si aspetta che aumentino man mano che sempre più persone in tutto il mondo avranno accesso agli smartphone e li  useranno per acquistare articoli online. I tuoi clienti continuano a servirsi dei loro dispositivi mobili per qualcosa di più di un semplice modo di comunicare con altre persone.

    diagramma con percentuali che mostra che sempre più persone usano un dispositivo mobile per comprare online

    Evoluzione della percentuale di transazioni mobili tra il 2018 e 2021

    Avere il sito dove vendi “mobile-friendly” è di vitale importanza perché i consumatori continuano a mostrare la loro preferenza per lo shopping attraverso i loro dispositivi mobili rispetto ai loro desktop grazie a questi aspetti, in Italia più di un acquisto su due viene effettuato tramite dispositivo mobile:

    • Velocità di trovare le informazioni di cui si ha bisogno
      Poiché la versione mobile è di solito notevolmente semplificata rispetto alla versione desktop, tutte le informazioni principali si trovano nel menu principale, in modo che l’utente possa trovare rapidamente ciò che sta cercando;
    • Velocità di navigazione
      Poiché la versione mobile è più semplice, le pagine del sito si caricano più rapidamente;
    • Priorità nelle classifiche dei motori di ricerca
      Google ha fissato un obiettivo per la progettazione di siti web verso il mobile-friendly già nel 2010. A quel tempo, l’azienda ha annunciato che si sarebbe avvicinata ai suoi prodotti da una prospettiva “mobile first”.

    Principali sistemi di pagamento del commercio elettronico. Punti forti e punti deboli.

    I visitatori del tuo negozio online vorrebbero acquistare rapidamente e facilmente. Non dovrebbero avere difficoltà a pagare i prodotti. Se c’è un problema quando si paga o si effettua un ordine, lasceranno il carrello e tu perderai clienti. E, di conseguenza, questo avrà un impatto negativo sui tuoi profitti.

    Ci sono molti gateway di pagamento (uno strumento che permette ai clienti di effettuare pagamenti online trasferendo in modo sicuro i dati bancari dei clienti al processore di pagamento, e poi inviando indietro una risposta per dire se la transazione è stata approvata o negata) tra cui scegliere. Inoltre, alcune soluzioni hanno processori di pagamento integrati in modo che possano essere utilizzati dai proprietari di negozi online senza alcuna conoscenza tecnica.

    Gestendo il negozio online su Ecwid di Lightspeed puoi mettere a disposizione dei tuoi clienti una varietà di gateway di pagamento

    Oggi, i processori di pagamento più popolari in Italia rimangono:

    Stripe

    Stripe è una piattaforma di elaborazione di pagamenti che ha commissioni minime e molti metodi di pagamento tra cui scegliere. Può essere una buona soluzione per le attività online, come i negozi di e-commerce, in quanto si adatta perfettamente all’elaborazione dei pagamenti online.

    Con Stripe sono possono accettare quasi tutte le carte di debito e di credito conosciute in Italia insieme ai seguenti portafogli elettronici: Google Pay, Apple Pay, Alipay, Amex Express Checkout, Microsoft Pay, Visa Checkout e WeChat, ecc. Stripe è uno dei gateway di pagamento più sicuri ed è certificato PCI Service Provider Level 1 e sicuro per le transazioni online per aziende e privati.

    Abbiamo visto quindi che Stripe supporta un numero piuttosto elevato di valute differenti ed è direttamente integrato nei negozi online, così che i clienti non debbano registrarsi nuovamente con il fornitore del servizio di pagamento, risparmiando un po’ di tempo alla checkout.

    I costi

    Ogni volta che si accetta un pagamento il costo è di 1.4% + 0.25 euro in Europa e 2.9% + 0.25 euro per le carte non europee.

    Vantaggi

    • Non ci sono costi di installazione o canoni mensili;
    • tutela del consumatore;
    • non è necessario un conto separato (dedicato a partita IVA);
    • permette di impostare i pagamenti degli abbonamenti.

    I lati negativi

    • Non ha una linea di supporto telefonico diretto;
    • non elabora i pagamenti PayPal.
      • PayPal

        PayPal in Italia è il sistema di pagamento popolare indiscusso, copre circa il 30% delle transazioni online. I tassi di conversione sono fino all’82% più alti quando PayPal Checkout viene aggiunto ai siti di ecommerce. Questo perché gli acquirenti possono completare l’acquisto in un solo clic o due, se hanno PayPal sui loro telefoni o se sono già connessi a PayPal sui loro computer.

        I costi

        La commissione per le transazioni nazionali ammonta al 3,40% + 0,35€. Ai pagamenti internazionali va ad aggiungersi una tariffa extra (0,5  2,00%) a seconda della valuta del cliente.

        Vantaggi

        • un brand noto e affidabile;
        • accredito Immediato nell’account di moneta elettronica.
          • I lati negativi

            • anche i consumatori devono essere titolari di un conto PayPal per eseguire pagamenti con questo sistema;
            • commissioni elevate;
            • la protezione dei venditori risulta piuttosto limitata.

            SEPA

            I bonifici SEPA (“Single Euro Payments Area”) sono uno dei metodi più veloci, economici e sicuri per inviare denaro all’interno dell’Area unica dei pagamenti in euro. Se impostato come uno dei metodi di pagamento nel tuo negozio ecommerce si presenta al cliente come opzione di addebito diretto al momento del checkout. Per un bonifico nazionale è sufficiente specificare il codice identificativo Iban, mentre per quelli esteri è necessario associare al codice IBAN anche quello Bic, per individuare più facilmente la banca.

            I costi
            I costi di ogni singolo bonifico bancario Sepa dipendono dall’istituto bancario in questione.

            Vantaggi

            • la SEPA consente di eseguire operazioni di pagamento in euro verso altri paesi dell’area a partire da un unico conto con la stessa facilità e alle stesse condizioni previste per le operazioni di pagamento nazionali.

            I lati negativi

            • si potrebbe autorizzare un bonifico senza la certezza di avere i fondi disponibili.

            Collegamento di più gateway per supportare vari opzioni di pagamento

            Una parte del fornire una buona esperienza al cliente è quella di offrire vari opzioni di pagamento, il che apporta diversi vantaggi:

            • Con più gateway di pagamento tra cui scegliere, i clienti possono optare per il percorso di transazione più adatto a loro secondo la comodità,
            • Offrendo più gateway di pagamento, puoi costruire un forte fattore di fiducia tra la tua attività e i clienti,
            • Dobbiamo avere soluzioni alternative per la nostra attività per evitare qualsiasi problema tecnico o di rete che si presenti, poiché è plausibile che anche i gateway di pagamento sperimentino alcuni momenti di inattività. Quindi, se un gateway di pagamento non riesce a elaborare i pagamenti con successo o non funziona correttamente, i clienti possono sempre passare a un altro gateway di pagamento.

            Prima di iniziare, valuta i pro e i contro di avere certi gateway di pagamento sul tuo sito web e adotta i migliori gateway di pagamento per il tuo business.

            Spedizione degli ordini. I migliori e i più diffusi provider di spedizione in Italia.

            La spedizione è un elemento critico del fulfillment dell’ecommerce. I metodi di spedizione e i vettori di spedizione che scegli possono influenzare il tasso di abbandono del carrello. Inoltre, le scelte di fulfillment come l’ubicazione del magazzino e le opzioni di spedizione hanno un impatto sui tempi di consegna e quindi sulla soddisfazione del cliente.

            metodi di spedizione in ecwid, spedizione per ecommerce, corrieri per ecommerce, guida ecommerce

            I corrieri più diffusi in Italia sono disponibili in Ecwid di Lightspeed

            Passiamo in rassegna i vari fornitori di servizi di consegna e spedizione più usati in Italia:

            Bartolini

            BRT è un corriere economico (il loro modo di far tariffe è spesso legato a capacità di contrattazione) e abbastanza veloce, effettuano spedizioni di ogni tipo e di ogni sorta.

            Vantaggi

            • ha un sistema di integrazione con l’ecommerce per la gestione dei colli,
            • tendenzialmente sono abbastanza rapidi nel rispondere e risolvere le problematiche,
            • uffici locali.

            I lati negativi

            • lavorando sui grandi numeri, più consegne e ritiri fanno i corrieri maggiore il guadagno, di conseguenza molto spesso (analizzando le recensioni) hanno poca attenzione alla qualità del trasporto,
            • nessuna consegna al sabato.

            Poste Italiane

            È un’azienda con partecipazione statale, offre prezzi molto competitivi. Poste Italiane sono presenti sull’intero territorio nazionale come nessun altro operatore.

            Vantaggi

            • uffici postali facilmente raggiungibili,
            • tariffe altamente competitive,

            I lati negativi

            • non consegna di sabato,
            • limite di peso di 30 kg per pacco;

            SDA (Poste Italiane)

            SDA fa parte del gruppo Poste Italiane con una presenza sul mercato italiano significativa — 85 filiali.

            Vantaggi

            • le tariffe sono tra le più convenienti sul mercato,
            • piattaforma digitale di SDA per gli e-commerce: per ogni nuovo ordine da spedire, potrai gestire spedizioni, tracking, checkout e resi in modo automatico e ottimizzato;
            • assicurato da Poste Italiane.

            I lati negativi

            • è necessario avere un contratto diretto con il corriere,
            • non è assicurata la miglior cura dei pacchi.

            DHL

            DHL copre in modo capillare la maggioranza dei territori nazionali e internazionali consegnando la merce direttamente a domicilio oppure nei Service Point. Le tariffe nazionali partono da €23,11 + IVA.

            Vantaggi

            • velocità di consegna delle merci,
            • è affidabile e presente in tutto il mondo,
            • call center preparato e rapido.

            I lati negativi

            • le tariffe del servizio sono più elevate rispetto ad altri suoi competitors.

            Conclusioni

            Ora, dopo aver letto l’articolo, siamo sicuri che avrai meno dubbi su come far partire il tuo negozio ecommerce in Italia da zero — o almeno sai da dove iniziare. Tutto ciò di cui abbiamo parlato sopra deve essere fatto per stabilire una solida base per il tuo business. Alcuni elementi possono aver bisogno di essere elaborati una volta per tutte e altri dovranno essere affrontati in ogni momento della tua attività online.

            La piattaforma Ecwid di Lightspeed ti aiuta a ridurre i dubbi e gli errori durante il processo di creazione e gestione del tuo negozio online, mediante una comoda suddivisione del pannello di controllo in sezioni dalle quali si costruisce un negozio online funzionante: catalogo di prodotti, strumenti di marketing, impostazione dei pagamenti e dei metodi di spedizione.

            Potrai provare tutti i canali di vendita e scegliere quelli che si adattano di più alle esigenze della tua attività.
            Puoi aprire un negozio online oggi con un investimento minimo e gradualmente, man mano che il tuo business cresce, potrai passare a piani più funzionali scalando il tuo business.

            Scopri di più: Checklist per il giorno dell’apertura: Cosa Fare Prima di Lanciare il Tuo Negozio di E-Commerce

Indice dei contenuti

Vendi online

Con Ecwid Ecommerce, puoi vendere facilmente ovunque e a chiunque - attraverso internet e in tutto il mondo.

Sull'autore

Venera è una creatrice di contenuti presso Ecwid. Le piace dedicarsi al marketing per coinvolgere sempre più persone nel sorprendente mondo dell’e-commerce. Nel tempo libero le piace cucire ed esplorare la natura.

Inizia subito a vendere prodotti sul tuo sito web esistente

We use cookies and similar technologies to remember your preferences, measure effectiveness of our campaigns, and analyze depersonalized data to improve performance of our site. By choosing «Accept», you consent to the use of cookies.