Salve. Il contenuto del nostro blog è stato tradotto in maniera automatica per vostra convenienza. Scusateci se, occasionalmente, le traduzioni sono di scarsa qualità.

6 Maggiore privacy Chi non riesce di Fortune 500 e le loro lezioni a Take Away

Settembre 12, 2017 by Zachary Paruch, Termly
6 Major Legal Policy FAILS of Fortune 500s
Inviato Spe 12, 2017 by Zachary Paruch, Termly

Ogni pochi mesi, Internet diventa piena di notizie di indignazione per un cambiamento nella politica legale una grande azienda di. E 'sempre la stessa storia - la società fa un aggiornamento di scioccante o ambiguo formulato ad una delle sue politiche, v'è una reazione pubblica, il CEO fa scuse formali, e le modifiche vengono demolite.

Inevitabilmente, la società perde i clienti, le sue scorte prendono un colpo, e indossa una lettera scarlatta agli occhi del pubblico per alcuni mesi - almeno fino a quando un'altra società viene pizzicato per reati simili contro la privacy dei consumatori.

Così che cosa può il vostro business fare per evitare un destino simile?

Di seguito, abbiamo delineato 6 esempi di alto profilo, Fortuna 500 politica del diritto fallisce, e le lezioni da portare via da loro.

1. Spotify

Nel mese di agosto di 2015, Spotify aggiornato la sua politica sulla privacy per includere termini che suggerivano l'azienda sarebbe in grado di accedere alle foto degli utenti, contatti, e la posizione e sensore dati. L'aggiornamento causato clamore pubblico, come gli utenti attraverso i social media hanno espresso la preoccupazione che il miglioramento implicito in servizio non varrebbe la quantità di dati personali si arrese.

Spotify

La società ha alienato il suo allora 75 milioni di utenti attivi con un aggiornamento mal concepita alla sua politica sulla privacy

Spotify non era riuscito a mettere in chiaro che questi termini sono stati opt-in, e che gli utenti avrebbero dovuto prima dare il loro esplicito consenso prima che la società potrebbe accedere a qualsiasi di questi dati aggiuntivi.

Il giorno successivo, Il CEO della società, Daniel A, postato pubbliche scuse sul sito internet della società in uno sforzo per affrontare le preoccupazioni degli utenti e chiarire la sua posizione. Egli ha anche promesso di aggiornare nuovamente la politica in un modo che meglio riflettono le vere intenzioni della società.

2. Instagram

S 2012, il popolare photo-sharing app ha creato una tempesta di polemiche con una aggiornare alla sua politica sulla privacy. Questo aggiornamento incluso termini in cui si afferma che Instagram aveva il diritto di vendere i dati personali dei propri utenti - tra cui nomi utente, somiglianze, e le foto - senza alcun compenso per l'utente.

Un giorno in più, a seguito di un contraccolpo uproarious attraverso i social media e nelle notizie, Il CEO della società è andato pubblico con una scusa e ha promesso di rimuovere la lingua incriminato dalla politica. Ha citato il linguaggio confuso utilizzata nei termini ed un'errata interpretazione delle loro intenzioni come la causa per il contraccolpo.

Kevin Systrom

CEO di Instagram, Kevin Systrom, riuscito a fare le sue ragioni per l'aggiornamento sulla privacy aziendale chiara

Questo non è stato prima di un numero senza precedenti di utenti lasciato Instagram per altre applicazioni di photo-sharing - con pheed, in particolare, beneficiando della polemica.

3. Dropbox

Dropbox, il servizio di file hosting straordinariamente popolare, corteggiata polemiche nel luglio del 2011 con una modifica alla sua politica sulla privacy che la proprietà apparentemente concesso di tutti i contenuti generati dagli utenti per l'azienda.

Una linea della nuova politica, in particolare, Drew ire da netizen. La linea di lettura:

Dropboxutenti inorriditi interpretato questo per significare che, utilizzando il servizio Dropbox, si concedevano alla società il diritto di fare quello che voleva con il lavoro, foto, documenti, e di ricerca che sono entrati nella piattaforma. Ulteriori, gli utenti non avrebbero ricorso a riprendere possesso o di ottenere un risarcimento.

In risposta alla indignazione pubblica conseguente, l'azienda modificato la sua politica aggiungere una linea che spiega che il titolo in questione era al solo scopo di tecnicamente somministrazione e gestione del servizio.

4. Snapchat

Un'altra foto-condivisione delle applicazioni a venire sotto esame relative alla privacy, Snapchat ha causato un tumulto in 2015 quando esso rilasciato un aggiornamento per le sue condizioni di servizio che ha dato la licenza all'azienda di memorizzare, riprodurre, modificare, e pubblicare ogni e qualsiasi contenuto dell'utente.

Per gli utenti della app, questo è stato un violazione particolarmente efferato di fiducia e privacy, come appello principale di Snapchat è il fatto che è possibile inviare le foto che scompaiono istanti dopo. Se le foto possono essere memorizzate, riprodotto, e pubblicato dalla società, vuol dire che in realtà non scompaiono del tutto.

Solo tre giorni dopo, e in risposta alla protesta pubblica, Snapchat ha preso al suo blog per chiarire la sua posizione e la formulazione dei suoi aggiornamenti dei criteri.

La società ha sottolineato di aver solo aggiornato le sue politiche in modo che essi avevano letto il modo in cui le persone effettivamente parlare. Snapchat categoricamente sostenuto che non aveva e non avrebbe contenuto di archivio utenti, e andò lunghezze per garantire agli utenti che le loro foto e messaggi sono stati cancellati dopo sono stati visti o era scaduto.

5. Delta Air Lines

Delta Air Lines, uno dei più grandi compagnie aeree del mondo, è stato coinvolto in conflitto giuridico in 2012 a causa della sua Mobile App, Delta Fly. L'applicazione permette agli utenti di controllare in, pagare le tasse bagaglio, e riprenotare voli. Per eseguire questi servizi, l'applicazione deve raccogliere informazioni personali dai propri utenti. Tuttavia, al tempo, l'applicazione non ha incluso una politica sulla privacy.

California legislazione approvata in 2003 che richiede gli sviluppatori di applicazioni mobili per posizionare vistosamente una politica sulla privacy - o un link alla politica sulla privacy - all'interno della app, che i dettagli quali informazioni personali vengono raccolte e come vengono utilizzati. Questa legge si riferisce a come il California Protection Act Privacy Online, o CalOPPA.

Mentre il sito web di Delta ha avuto una politica sulla privacy, essa non ha fatto menzione delle app Fly Delta, e secondo gli esperti di privacy, non era ragionevolmente accessibile agli utenti di app. Per lo stato della California e dei suoi legislatori, questo era in diretta violazione CalOPPA. Infatti, Procuratore generale della California Kamala Harris ha deciso di citare in giudizio Delta per conto dello stato della California, sopra la violazione CalOPPA.

Delta Airlines

Delta poiché ha aggiunto una politica sulla privacy dedicato per le sue applicazioni mobili.

Dopo più di tre anni di prove e appelli, il caso è stato buttato fuori a favore di Delta Air Lines. Il presidente ha ritenuto che la Deregulation Act of Airline 1978, una legge federale, preempted l'applicazione della CalOPPA al app Fly Delta - dando così le compagnie aeree un'eccezione specifici del settore per CalOPPA.

6. Evernote

Evernote, un'applicazione per prendere appunti, indignazione causata in 2016 con un aggiornamento alla sua politica sulla privacy che ammessi i dipendenti della società di accedere e leggere i contenuti degli utenti. La politica ha dichiarato che l'accesso è stato dato per “scopi di apprendimento automatico”.

Anche indicato nella politica è stato il diritto degli utenti di scegliere di non dare dipendenti Evernote tale accesso, ma questo è venuto a costo di diminuire la qualità del servizio. Stranamente, nel corso della stessa politica di privacy, è stato affermato che utilizzando l'applicazione, utenti avevano già optato per questa pratica - e non poteva rinunciare.

Evernote

Due giorni dopo, in mezzo a una cacofonia di reazione dei media sociali, CEO di Evernote reso pubbliche scuse, ha preso la responsabilità per gli errori della società, e ha promesso di abbandonare le nuove modifiche sulla privacy.

Che cosa possiamo imparare dai propri errori?

Sebbene i casi suddetti coinvolgono nomi di alto profilo, le società incriminate tutti fatti simili, errori molto fondamentali con la gestione delle loro politiche legali. Si può imparare da questi errori, e adottare misure per garantire che il vostro business e le vostre politiche legali non soddisfano un destino simile.

Ottenere una politica sulla privacy

Se sito web o un'applicazione della vostra azienda raccoglie dati utente di qualsiasi tipo, devi avere una politica sulla privacy. Anche se non si raccolgono le informazioni personali in questo momento, è ancora meglio di avere uno.

Delta Air Lines è stato perseguito da parte dello Stato della California per aver trascurato di includere una politica di privacy con la sua app mobile. Fortunatamente per loro, c'era una legge federale di pertinenza specificamente per le compagnie aeree che superate CalOPPA e ottenuto fuori dai guai. Questo non sarà il caso per voi e la vostra attività.

Tra cui una politica sulla privacy sul tuo sito web o applicazione mobile può solo beneficio, ma non avendo uno può finire per costare migliaia di dollari.

Politica sulla Privacy

Saperne di più: Come scrivere una Privacy Policy per il vostro negozio e-commerce

Utilizzare un linguaggio che è facile da capire

Quasi tutti i casi di cui sopra erano un risultato dell'uso della lingua che è stata troppo facilmente fraintesa. Queste interpretazioni errate e la successiva protesta dei consumatori avrebbe potuto essere evitato semplicemente prendendo più cura per assicurare che il linguaggio usato era facile da capire.

Se possibile, evitare di usare un linguaggio troppo formale nei criteri legali. Legalese è difficile per molte persone a capire, e potrebbe creare confusione o fraintendimenti. Eccessivamente linguaggio formale agisce anche come sorta di barriera, apparentemente mantenendo l'utente a distanza di braccio.

Cercate di essere il più possibile colloquiale. Gli utenti si sentiranno più sicuri nella loro comprensione delle vostre politiche, e anche che lei è reale e aperto con loro.

Snapchat politica

politica sulla privacy di Snapchat taglia il legalese e usa un linguaggio molto colloquiale, che è facile da capire per l'utente medio.

Essere trasparenti circa le vostre intenzioni

Un altro errore comune tra la maggior parte dei casi descritti sopra è stata una mancanza di trasparenza circa le intenzioni della società. Le aziende giustamente informati i loro utenti che ci sono stati aggiornamenti alle politiche, ma ha fatto poco per spiegare il motivo di tali aggiornamenti o gli effetti dei cambiamenti avrebbero.

Fare uno sforzo per essere aperto con gli utenti. comunicare loro eventuali modifiche alle politiche legali, e spiegano perché sono state apportate tali modifiche. Se avete bisogno di raccogliere più dati personali per migliorare i servizi, basta essere aperti e far loro sapere. Essi potranno apprezzare la vostra franchezza e di essere più propensi a dare il beneficio del dubbio.
politica di Twitter

Twitter ha dedicato un intero post sul blog a spiegare come e perché l'azienda ha aggiornato la sua politica sulla privacy. Gli utenti apprezzano e si fidano di questo livello di trasparenza.

Ottenere un secondo parere

Quando si lavora su qualcosa per un lungo periodo di tempo, è facile arrivare troppo vicino ad esso per notare i problemi. Nei casi sopra discussi, avvocati più probabili ore trascorse studiando attentamente su quelle politiche per farli giusto.

Tuttavia, quando è venuto a spingere spingere, I documenti contenuti alcuni problemi evidenti che le società in questione chiaramente non avevano notato o previsti. Questo è il motivo per cui è importante avere una seconda - o anche una terza - parere sulle modifiche proposte. Essi possono notare qualcosa che ti sei perso, o hanno una diversa interpretazione delle parole che hai usato.

Di tutte le aziende che hanno sofferto reazione dei consumatori a seguito di aggiornamenti di politiche legali, Evernote è uno dei soli a prendere misure appropriate per raddrizzare i loro torti.

S 2017, Evernote srotolato quello che era essenzialmente la stessa politica di privacy come quello che era stato raggiunto con tale clamore l'anno prima. Questa volta, tuttavia, la lingua era molto più chiara e trasparente. La società aveva rielaborato il documento, consultato con gruppi di controllo ed esperti privati, e, infine, ha ottenuto la loro approvazione prima di stendere la nuova politica.

Evernote finalmente imparato la lezione e ha fatto le cose nel modo giusto - ma solo dopo aver subito una polemica molto pubblico e perdendo innumerevoli utenti. Evitare il contraccolpo, e fare le cose nel modo giusto dall'inizio.

***

Fornendo tutte le informazioni necessarie legale è importante per ogni azienda. Ecco perché la creazione e l'utilizzo di pagine legali è una funzione gratuita in Ecwid. Attiva le tue informazioni di spedizione e pagamento, politica di ritorno, termini e condizioni, norme sulla privacy in Impostazioni → Generale → Pagine legali.

Leggere anche: Come Scrivere una Buona Politica di Ritorno per l'E-commerce Negozi

Circa l'autore
Zachary Paruch is a product manager and small business expert at Termly, where he helps to develop legal policy software for small businesses. When he’s not saving SMBs from lawsuits and financial ruin, he can be found playing soccer, binging a Netflix series, or getting a beer with some good friends.

Stay up to date!

Get free e-commerce tips, news and inspiring ideas delivered directly to your inbox

Leggere anche